“Ripartire sì, ma non così”, dopo il 15 sabato ad Acrobax

La manifestazione nazionale de_ lavorat_ dello spettacolo e della cultura in piazza per l’incontro con Franceschini e Orlando. No alla legge-delega, per una vera riforma. Sabato 19 alle 15 appuntamento di autoformazione ad Acrobax aperto a tutt_ sul testo di legge, welfare, diritti e tutele.

Il presidio tra il ministero del lavoro e il MISE in attesa della delegazione a ritorno dal tavolo con Franceschini e Orlando


A dispetto dei proclami sul ritorno alla normalità il lavoro dello spettacolo dal vivo e della cultura soffre più di prima. Dei mancati sostegni, di lavoro dimezzato, di lavoro nero, di fondi Fus ai soliti noti, di mancata redistribuzione, Di mancata riforma, in sostanza.


Questo il punto sostanziale che la delegazione ha portato al tavolo il: la legge-delega ha scavalcato le proposte portate all’incontro del 22 aprile, ed è stata ignorata la riforma scritta dal Coordinamento dello Spettacolo Lombardia sulla quale c’era stato un confronto al Piccolo durante l’occupazione, esclusivamente vetrina nei fatti.

La sostanza  è che quella che dovrebbe essere una Riforma non tiene conto della voce espressa da_ lavorat_ in questi mesi, come racconta David nell’intervento in video a chiusura dell’incontro. 

NE PARLIAMO AD ACROBAX SABATO 19 ALLE 15, UN APPUNTAMENTO DEDICATO PROPRIO AD UN MOMENTO DI AUTOFORMAZIONE SULLA LEGGE-DELEGA CON L’AIUTO DELLE CLAP, Camere del Lavoro Autonomo e Precario.

TAVOLA ROTONDA su WELFARE, SPESA PUBBLICA, NUOVE TUTELE.


La situazione è complessa, perché con le riapertura il bisogno di lavorare è pressante e mobilitarsi non è semplice, allora diventa ancor più necessario allargare il fronte all’intero mondo del lavoro precario, e contemporaneamente aprire vertenze lì dove si lavora. Ma non solo il lavoro, l’itersezionalità dei fronti aperti: ambiente, genere, razzismo, salute, casa, è l’orizzonte verso cui convergere.


Sul fronte diritti del lavoro nel nostro ambito c’è già un risposta positiva ad un lavoro di lunga lena che ha seminato coscienza. Il questionario proposto da RISP ha ottenuto 900 risposte. Ottimi risultati, se pensiamo allo storico ritardo che sconta il settore, ma è un punto sostanziale su cui anche quest’estate si continuerà a costruire.

Le interviste ad alcuni animatori dei Coordinamenti regionali giunti a Roma per la manifestazione:

Luca, attore, Coordinamento Arte e Spettacolo Campania

Jacopo, cantante lirico, Maestranze del Veneto

Leon, musicista, Coordinamento Approdi – Lavorat_ della Cultura e dello Spettacolo Calabria

Elio, tecnico luci, Coordinamento Lavorat_ Spettacolo Piemonte

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...