Rimanere umani nei mutamenti

Umano troppo umano: la sostenibilità dei mutamenti tra naturale e artificiale, è il titolo del progetto di Marco Solari che dal 30 ottobre al 4 novembre, al Teatro Vascello, affronta il tema con forme diverse di comunicazione.

Un momento dello spettacolo

Un momento dello spettacolo

Ogni sera alle 21 e domenica alle 17 lo spettacolo OGM – Organismi genericamente modificati, con Marco Solari e Maurizio Zacchigna accompagnati dal vivo da Mauro D’Alessandro; dopo lo spettacolo la proiezione del film A proposito degli effetti speciali, di Alberto Grifi e Alessandra Vanzi.

Cene ‘genericamente modificate’, ovvero a base di cibi biologici, l’1 e il 3 novembre alle 22, il 4 novembre h 18 proiezione del film di Karl Freund Mad Love con Peter Lorre, film che racconta la storia di un trapianto di mani tra un pianista e un assassino.

Il progetto lancia così il tema dei mutamenti della natura e del corpo ‘nell’epoca della sua riproducibilità tecnica’, e ripensando l’umano con la chiave del linguaggio artistico e comunicativo cerca una messa a fuoco su cosa va difeso e cosa reinventato, con la consapevolezza dei paradossi in atto, tra il rischio di abusi e le opportunità offerte, per una gestione creativa dei conflitti. Ogni sera nel foyer del teatro il video Solo limoni di Giacomo Verde, sulle giornate di Genova.

il manifesto, 29 ottobre 2004

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...